Segreteria AISLo
email: info@aislo.it
cell. +39 3661823885

Iscritta Registro APS Reg. Campania
n. 757 del 14/09/2016


big_ondaaranciodx
logo_aislopulito
big_sfondosidebar
03/12/2012, 17:41



Basilico-a-natale


 Presso la Biblioteca Tescione, chiostro Sant’Agostino (Caserta)



Dibattito a partire dal libro

Con l’autrice intervengono
Stella Eisemberg
Gino Giammarino

Saluti
Felicita De Negri (Assessore alla Cultura Comune di Caserta)
Elisabetta Luise (Presidente Auser Caserta)

Letture dei brani del libro a cura di Roberto Azzurro

In collaborazione con AISLo, Auser Caserta, Carta 48, La Feltrinelli

Cucinare per qualcuno, ossia prendersene cura, con amore. Ecco. Chiudo gli occhi e mi lascio andare, gustando, e per magia si attivano tutti i sensi: le immagini, i suoni, i profumi, ritornano. Per una straordinaria alchimia le emozioni si mescolano alle pietanze, in giuste dosi, golosamente scorrono piaceri e ricordi. Si possono iniziare avventure condivise e viverle di riflesso … può succedere che una che ha la vocazione della mamma e della nonna, si ritrovi a dover fare i conti con un destino per il quale entrambi i figli vivano in altre città. Che una figlia, la mia, a diciotto anni vada via da Napoli per studiare a Milano, e ci resti, e un figlio, il mio, trovi lavoro a Roma, a me che volevo una schiera di nipotini da crescere che mi riempissero la casa! C'è un modo per non spezzare quel filo di vita, quotidianità, complicità e confidenza, e nello stesso tempo gioire di scoperte, emozioni , conquiste? E così un lungo gomitolo di racconti si srotola. Basilico a Natale nasce per ricordare e tramandare: affetti, sensazioni, emozioni. E' una antologia di racconti autobiografici, ricette, e piccole, personali, riflessioni, il cui tramite è la cucina, il cibo. Il primo strumento di conoscenza è la bocca, e il legame tra sapore e libidine, cura e affetto, gusto e memoria, è fortissimo. Nel trasferire ricette di famiglia, vengono alla luce, si svelano, episodi di vita, rastrellati tra i ricordi dell'infanzia, le grandi tavolate di parenti, e poi i luoghi, le persone e tutti gli affetti che hanno affollato la mia vita, il mio cammino, con un linguaggio inusuale ma confidenziale, quello del cibo. E così sapori e profumi si dischiudono per riportarci alla mente momenti, luoghi e persone, che hanno avuto significato, si sono impressi nel nostro vissuto e attraverso le ricette, riprendono vita. Ad ogni ricetta corrisponde un episodio, degli aneddoti, sapori di casa che si rinnovano, prendono forma e forza, sapori e saperi, semplici, qualche volta dimenticati, da riscoprire, atmosfere ricreate, una ancora una volta, con la passione per la cucina.

Rosi Padovani


1
Create a website